Gloria…

Son faccende un poco strane infilarsi ed indagare nei meandri del godere è come un po’ lasciarsi andare sedersi a terra con vista cuore e bearsi di piacere e piacersi allo specchio e piangersi addosso per un brufolo inatteso adolescente di un tempo andato con il sorriso senza scopo e scopare…la cucina di casa che la mamma non poteva e son faccende un poco strane … Continua a leggere Gloria…

Come uno yak

C’ e di mezzo quello che si vive C’è di mezzo quello che si sente C’è di mezzo il cuore la mente che mente e ti mantiene sulla linea di confine senza fiato un urlo trattenuto una corsa a perdifiato e lontano dal baccano dagli scleri dai vuoti piaceri passeggeri su di un treno superveloce senza fermate frane previste sulle aspettative imposte da registi senza … Continua a leggere Come uno yak

120 milioni di pedate

Cibo cinese cibo speziato cibo avanzato gettato nel rudo come passato mai vissuto cibo rimasto sullo stomaco manco fosse un sasso scagliato dal ponte che anche adesso succede ma ai media interessa altro cibo da servire a cena che rimane sullo stomaco e ti bevi il digestivo versione estivo e dimentichi il problema che sennò son cazzi a pensare come fare cosa dire meglio sbattersi … Continua a leggere 120 milioni di pedate

La differenza

In ammollo prima del lavaggio un assaggio non uno spiraglio In viaggio a caro prezzo un azzardo per sognare un mondo diverso. Un po’ di luce oltre la frontiera una flebile speranza oltre questa sadica danza oltre la mattanza oltre l’indifferenza La differenza in questo circo chiamato mondo la fanno anime ingenue macchiate rosso sangue vita esangue pallidi sorrisi alieni ad osceni palcoscenici. Continua a leggere La differenza

Senza senso

Una parola un verso silenzio assenso Il senso si svuota tabula rasa/lupus in Fabula occhio Cappuccetto sono sotto il letto E ti fotto il tesoretto E pure il tetto costruito con Tanto sacrificio otto ore in ufficio/un abuso sopportato le corse a perdifiato/il fiato perso Sotto un cielo introverso C’è lo chiede il mercato Precariato senza scampo Uno schianto sul cemento/la sicura non la tengo … Continua a leggere Senza senso

Carbone

Volo pindarico/episodio onirico/ Mi corico e mi sento… Un piccione/un allegro burlone/ Che osserva quassù/un impacciata tribù/ Poco ordinata e un tantino trafelata/ E per questa ragione/in quanto piccione/ Gli sparo precisa(per niente edulcorata) Una sana caga…ta.ta.ta/ Mi sento un…Razzo/ Decisamente intelligente/libera-mente Disubbidiente/e per questo/contrariamente a Quanto assegnato al mio lancio pianificato/ In mezzo all’oceano mi giro beato e mostro Il mio medio in faccia … Continua a leggere Carbone